Storia

Francesco Reiser, cittadino svizzero, venne in Italia nel 1870 e a Gallarate iniziò la sua attività in campo tessile, usando macchinari da ricamo importati da San Gallo.

Da allora, attraverso varie trasformazioni di cui si può trovare nota nell’Enciclopedia Treccani (volume numero 29, pagina 230), l’azienda di tessuti per camicerie di Milano è giunta sino ai giorni nostri sempre con la stessa immagine, la medesima efficienza e quell’immutata predisposizione nel servire una clientela selezionata ed esigente che è una delle sue caratteristiche più distintive.

Prima di diventare nel 1968 l’attuale Manifattura Reiser & Livaditi S.r.l., nella ditta di produzione di tessuti per camicie oltre a Francesco Reiser lavoravano anche uno dei suoi due figli e un altro socio, il Signor Alessandro Livaditi, occupato nel settore tessile fin dall’età di quattordici anni.

L’attività della ditta artigianale di tessuti proseguiva a gonfie vele, il lavoro non mancava e così nel 1984 anche il figlio di Alessandro, Dario Livaditi, decide di lasciare il suo impiego come programmatore informatico ed entra in azienda.

Sono passati più di trent’anni da allora e oggi la Manifattura Reiser & Livaditi S.r.l. è giunta alla sua terza generazione: nel 2014, infatti, ha fatto il suo ingresso in azienda anche il figlio di Dario, Alessandro Livaditi, erede di un marchio storico nel settore della produzione di tessuti per camicie e di un saper fare e lavorare che ha radici lontane nel tempo.

Un vasto campionario di tessuti classici per camicerie e fantasie stagionali nei colori moda